Pedali bici da corsa: quali sono i migliori?

I pedali flat sono stati abbandonati ormai da decenni nel mondo del ciclismo su strada. Prima di arrivare ai moderni pedali a sgancio rapido si è passati per i pedali a gabbietta, che venivano utilizzati per le bici vintage negli anni '80. Alla fine degli anni ’80 poi la casa produttrice Look fu la prima a proporre una tacchetta triangolare che si va a innestare direttamente sul pedale, creando appunto l’aggancio.

Successivamente sono arrivati sul mercato gli SPD (acronimo di Shimano Dynamic Pedal), che sono formati nello specifico da due “forchette” regolate grazie a delle molle, che si allontanano premendo con la suola della scarpa e si avvicinano quando la tacchetta è penetrata all’interno, andando ad agganciarla e rendendo di fatto impossibile lo sgancio con il solo movimento verticale della gamba.

Pedale da bici Shimano E-PD-A530L SPD

Vantaggi dei pedali con attacco rapido



Svantaggi dei pedali con attacco rapido



Vediamo di seguito i punti che andiamo ad analizzare in questo articolo:


Differenza tra pedali Look e SPD

Passiamo ad analizzare la differenza tra i pedali con attacco Look e quelli con attacco SPD. Lo sgancio avviene per tutti e due i sistemi ruotando la caviglia verso l’esterno, con uno spostamento della tacchetta di un angolo che sia in grado di vincere l’aggancio delle molle. Dove sta quindi la differenza? Le tacchette sono state concepite in maniera diversa: mentre nelle scarpe Look sporgono dalla suola della scarpa, nelle SPD si trovano invece in una posizione più interna, rendendole di fatto più comode per camminare.

L'attacco SPD risulta quindi ideale per le mountain bike visto che spesso i ciclisti devono spingere la bici a mano per superare ostacoli o salite proibitive. Diverso il discorso per quanto riguarda la bici da corsa: durante le uscite i ciclisti restano sempre in sella e per loro è solamente essenziale avere una pedalata fluida ed efficace.

Pedale da bici Shimano PD R540 Light Action

I pedali da bici flat

Flat in inglese significa "piatto" e questo tipo di pedale è sicuramente quello più diffuso al mondo. Si possono montare su qualsiasi tipo di bici e sono utilizzati su bici da passeggio, city bike, vintage, trekking, freestyle, downhill. Molti cicloamatori li scelgono anche per iniziare a girare in mountain bike o in bici da corsa. Risultano infatti più semplici rispetto a quelli con gli attacchi e per questo sono utilizzati dai principianti nella fase di adattamento alla nuova disciplina.

Pedale da bici flat Shimano Deore XT PD-T780

I pedali flat più economici sono realizzati in plastica, hanno solitamente un colore nero con inserti catarifrangenti sulle spalle. I pedali flat migliori sono realizzati in acciaio rivestito e verniciato, con una superficie di appoggio più ampia e dei pin che permettono di offrire un miglior grip alla scarpa. Questo tipo di pedali sono utilizzati principalmente in ambito freestyle (come ad esempio sulle Bmx) oppure in discipline di tipo gravity, come il freeride, l’enduro o la DownHill.

Conclusione sui pedali da bici

I pedali flat sono sicuramente l'ideale da scegliere per chi ha appena iniziato ad avvicinarsi al ciclismo ma il salto di qualità nella pedalata si avrà con il passaggio ai pedali con gli agganci. Ognuno ha le sue tempistiche e non si può definire a priori quando sia il momento ideale per il passaggio agli attacchi. È necessario sicuramente fare un po' di pratica da fermi in modo da non cadere o non trovarsi in situazioni imbarazzanti al momento di dover sganciare il piede ...

Pedale da bici Exustar E-PR200 di colore bianco

Nessun commento:

Posta un commento

MxLynx è il sito ideale se vuoi rimanere aggiornato per tutto ciò che riguarda il mondo delle due ruote. Noi infatti non ci limitiamo alle moto o al ciclismo, ma spaziamo da un campo all'altro, tenendovi aggiornati sulle ultime novità riguardanti il motocross, il Supercross, la MotoGP e le bici da corsa. Le e-bike sono il trend del momento e noi ci teniamo a rimanere al passo coi tempi anche su questo punto.

Troverai numerosi video, interviste, analisi tecniche, test, commenti e recensioni.