Bici da corsa con i freni a disco: opinioni e review delle migliori

Le bici da corsa con i freni a disco sono ormai realtà e nonostante lo scetticismo di molti, si trovano in giro sempre più ciclisti che hanno optato per questo sistema frenante utilizzato su altri mezzi di trasporto come automobili, moto e persino aerei.

I freni a disco a dire il vero non sono affatto una novità sulle biciclette e vengono già montati da quasi due decenni su mountain bikes, bici ibride, ciclocross e gravel. Le bici da corsa sono rimaste invece fino ad ora un bastione dei freni caliper per un insieme di motivazioni che andiamo a scoprire in questa recensione.

Bici da corsa con i freni a disco Campagnolo

Bici da corsa con freni a disco Campagnolo


Punti Forti dei freni a disco sulla bici da corsa

  • Frenata potente e modulabile
  • Frenata eccellente anche sotto la pioggia
  • Possibilità di utilizzare cerchi in carbonio con qualsiasi meteo
  • Permettono frenate al limite
  • Spazio di frenata minore


Punti Deboli dei freni a disco sulla bici da corsa



Ecco nello specifico tutti i punti trattati per guidarvi nella scelta della migliore bici con i freni a disco:


Perché acquistare una bici con i freni a disco

Molte persone si chiedono se valga la pena acquistare una bici da corsa con i freni a disco. Alcuni ciclisti vedono il passaggio a questo sistema frenante come una necessità tecnologica di evoluzione. Questo passo in avanti porterebbe nel quotidiano il vantaggio di avere dei freni più potenti e modulabili, con cui poter rallentare anche sotto la pioggia e in condizioni di meteo avverso. I fanatici del carbonio sarebbero inoltre ben contenti di poter utilizzare i cerchi realizzati con questo materiale in qualsiasi condizione meteo.

I freni a disco permettono inoltre di frenare con due sole dita in qualunque situazione e rallentano di qualche metro lo spazio di frenata come vedremo di seguito nel nostro test.
Dopo l'approvazione ufficiale dell'UCI, ricordiamo inoltre che il regolamento non vieta più di gareggiare con bici con freni a disco.

Scopri la Bianchi Infinito CV Disc: opinioni, scheda tecnica, peso e prezzo

Cosa non ci convince dei freni a disco

L'estetica delle bici coi freni a disco sinceramente non ci entusiasma ma per molti la nuova linea rappresenta uno svecchiamento rispetto ai modelli precedenti. I dischi aumentano il peso della bici di circa 300 gr e questo è sicuramente un punto a sfavore per tutti i "grammomaniaci". Bisogna inoltre considerare che le bici da corsa disc costano sempre qualche centinaio di euro in più rispetto alle rispettive versioni con i caliper.

Molti vedono quindi il passaggio alle versioni disc come un modo per aumentare i prezzi e svecchiare di colpo il parco bici. I freni a disco idraulici richiedono inoltre più manutenzione visto che ogni tanto bisogna effettuare lo spurgo. Anche le pastiglie si consumano più in fretta rispetto ai pattini tradizionali e a volte fanno fastidiosi rumori di tipo zin-zin sfregando contro il disco.

Tecnica dei freni a disco idraulici e meccanici

Il freno a disco è un dispositivo meccanico utilizzato per rallentare o fermare fermare del tutto la rotazione di una ruota e del mezzo a cui essa è vincolata. Le pastiglie vengono premute contro il disco generando di conseguenza una forza d'attrito direttamente proporzionale alla pressione. L'azione frenante contrasta quindi di fatto il movimento rotativo della ruota.

La Campagnolo produsse nel lontano 1962 il primo freno a disco al mondo per scooter, montato dalla casa italiana Innocenti sulla sua Lambretta. Un sistema frenante a disco idraulico è composto dai seguenti componenti: disco (in metallo o in carbonio), pinza freno, pastiglie freno, pompa freno e serbatoio liquido freno. Queste due ultime parti, la pompa e il serbatoio, sono invece assenti nei sistemi a disco meccanico. Nei sistemi idraulici il liquido è trasportato all'interno di tubazioni ermetiche mentre nei sistemi a disco meccanico si utilizza la guaina.

Peugeot R 02 Carbon Ultegra: bici da corsa con i freni a disco

Nel sistema a disco meccanico infatti l'azionamento viene effettuato tramite un cavo metallico, azionato da una leva. Il funzionamento è molto simile a quello dei caliper e dei v-brake e non si ha a dire il vero nessun miglioramento rispetto a questi sistemi. Il sistema idraulico rappresenta invece un vero salto in avanti in termini di prestazioni. In questo caso le pastiglie vengono premute contro il disco tramite la pressione sviluppata da un liquido, rispondente alle caratteristiche dell'impianto frenante.

Immagine di una bici da strada con i freni a disco Campagnolo

Bici con Campagnolo Bora e freni a disco idraulico


Test dei freni a disco contro i caliper

Vi riportiamo i risultati di un test effettuato su una discesa con pendenza media dell'8% per valutare le differenze fra freni a disco 140mm, freni a disco 160mm e freni caliper. Dopo una partenza da fermi senza pedalare, i tester hanno raggiunto una velocità di 55km/h (secondo il Garmin Edge 500) e hanno poi cercato di frenare con decisione in prossimità di un cartello fino a fermarsi. Il test è stat ripetuto tre volte per ogni bici ed è stata fatta quindi la media. Ecco i risultati delle distante medie misurate tra il punto di arresto e il cartello dove si è iniziato a rallentare:

  • Freni tradizionali (Sram Red + Mavic Exalith): 26,7 metri
  • Freni a disco 140mm: 23,5 metri
  • Freni a disco 160mm: 20,1 metri

Che dire, i dati parlano chiaro e i freni a disco riducono effettivamente lo spazio necessario per l'arresto. Dal test emerge una riduzione di circa 3 metri rispetto ai caliper per i dischi da 140mm e una riduzione addirittura di oltre 6,5 metri per i dischi da 160mm. Il disco da 140mm ci sembra comunque più che sufficiente per la maggior parte dei ciclisti, mentre quello da 160mm è indicato per persone molto pesanti o per chi viaggia con bagagli al seguito.

Bici da corsa con freni a disco prezzi

Per scoprire i prezzi delle bici da corsa con i freni a disco, clicca sul modello che ti interessa. Troverai anche la review e le nostre opinioni al riguardo.

Atala Professionisti: la bici da corsa con lo Shimano 105
Bianchi Aria Disc: la nuova bici aerodinamica

Nessun commento:

Posta un commento

MxLynx è il sito ideale se vuoi rimanere aggiornato per tutto ciò che riguarda il mondo delle due ruote. Noi infatti non ci limitiamo alle moto o al ciclismo, ma spaziamo da un campo all'altro, tenendovi aggiornati sulle ultime novità riguardanti il motocross, le bici da corsa, le bici a scatto fisso o fixed bike e il cambio Shimano Ultegra. Le e-bike sono il trend del momento e noi ci teniamo a rimanere al passo coi tempi anche su questo punto.

Troverai numerosi video, foto, immagini, interviste, analisi tecniche, test, commenti degli esperti, opinioni, schede tecniche, prove comparative e recensioni.